LE SORGENTI

 

Bognanco, a 7 km da Domodossola, si situa in un angolo delle Alpi piemontesi confinante con la Svizzera, circondato da parchi naturali nell’area “wilderness” più vasta d’Europa.

Le acque di Bognanco sgorgano da 3 diverse sorgenti che producono 3 distinte acque con spiccate e peculiari caratteristiche che le differenziano una dall’altra. Per questo siamo in grado di offrire una così vasta gamma di acque.

Nonostante le Acque e le Terme di Bognanco abbiano festeggiato il 150esimo anno dalla scoperta delle sorgenti, avvenuta nel 1863, le proprietà delle fonti Gaudenziana, Ausonia e  San Lorenzo (nome commerciale Lindos) sono rimaste invariate in tutti questi anni.

FONTE SAN LORENZO

L’acqua minerale naturale della sorgente San Lorenzo è microbiologicamente pura.
Aut.Min. della Sanità nro. 6 del 28.02.1923.
Mantiene inalterate anche in bottiglia le proprie caratteristiche. Un consumo quotidiano anche lontano dal soggiorno termale può essere considerato un intervento preventivo.

Fonte San Lorenzo in dettaglio…

Naturalmente effervescente, è un’acqua ricchissima di anidride carbonica (2365 mg/L), magnesio (438 mg/L), bicarbonato (2058 mg/L), silice (69 mg/L), calcio (64 mg/L) e sodio (172 mg/L). Questi suoi componenti principali la rendono digestiva, purgativa e diuretica. Tecnicamente definita “bicarbonato-alcalino-terrosa-carbonica e ferruginosa” per la presenza di anidride carbonica, ioni bicarbonato, ioni solfato e ioni magnesio.

Viene imbottigliata, con il nome commerciale di Acqua Lindos, esclusivamente in bottiglie di PET da 0.5 L, così da poterla portare sempre con sé. È l’unica acqua minerale italiana la cui bottiglia viene interamente ricoperta con una pellicola (sleeve), il cui scopo è quello di proteggere il contenuto dalla luce, mantenendone inalterate proprietà e qualità.

A differenza di tutte le altre acque dotate di proprietà curative di tipo analogo, l’acqua Lindos è gradevole al gusto, fresca, frizzante per l’abbondanza di anidride carbonica libera naturale. Essendo facilmente assimilabile, solo dopo un’ora dall’ ingestione essa manifesta i suoi benefici effetti sull’organismo.

Analisi chimica:

Dipartimento di Chimica Generale Università di Pavia

Gas disciolti:

Anidride carbonica libera alla sorgente CO2 (mg/L):  2365

Determinazioni chimico-fisiche:

Temperatura alla sorgente (°C):

17.8

pH alla sorgente a 20 °C:

7.9

Conducibilità elettrica a 20 °C (S/cm):

2670

Residuo fisso a 180 °C (mg/L):

2440

 

Sostanze disciolte in 1 L d’acqua (mg/L):

Magnesio (Mg2+): 438
Bicarbonati (HCO3-): 2058
Silice (SiO2): 69
Sodio (NA+): 172
Potassio (K+): 13
Calcio (Ca2+): 64
Solfati(SO42-): 578
Cloruri (Cl-): 44
Nitrati (NO3-): 0.70
Fluoruri (F-): 0.25

Pavia, 12 Gennaio 2018

FONTE AUSONIA

L’acqua minerale naturale della Sorgente Ausonia è microbiologicamente pura.
Aut.Min. della Sanità nro. 5 del 28.02.1923.
Mantiene inalterate anche in bottiglia le proprie caratteristiche. Un consumo quotidiano anche lontano dal soggiorno termale può essere considerato un intervento preventivo.

Fonte Ausonia in dettaglio…

L’acqua Ausonia nasce nel parco delle Terme di Bognanco, situate a 700 metri sul livello del mare. La sorgente della fonte Ausonia, unica in Italia nel suo genere, è visitabile dal pubblico, accedendovi tramite una galleria lunga 50 metri scavata a mano nella roccia.

Naturalmente effervescente, l’acqua mediominerale Ausonia, tecnicamente definita “bicarbonato-alcalino-terrosa” scaturisce goccia a goccia direttamente dalle rocce. È forse la più versatile delle acque di Bognanco, con una spiccata sapidità ma gradevole al palato e per niente “salata”. L’effervescenza, non troppo marcata ma comunque sufficientemente presente da evitare l’effetto “sgasatura”, bilancia armoniosamente la delicata sapidità, rendendo Ausonia adatta a un buon numero di pietanze: dai primi piatti di pesce, verdure o carni bianche, ai secondi piatti di pesce.
La temperatura ideale di servizio è intorno ai 10-11 gradi Celsius.

Grazie alla ricchezza di bicarbonato (555 mg/L), l’acqua Ausonia stimola la secrezione gastrica favorendo i processi digestivi e riducendo l’insorgenza di inappetenze e bruciori di stomaco. Per tali motivi è indicata come un’acqua da tavola.

Analisi chimica:

Dipartimento di Chimica Generale Università di Pavia

Gas disciolti:

Anidride carbonica libera alla sorgente CO2 (mg/L):  1680

Determinazioni chimico-fisiche:

Temperatura alla sorgente (°C):

13.1

pH alla sorgente a 20 °C:

7.6

Conducibilità elettrica a 20 °C (S/cm):

873

Residuo fisso a 180 °C (mg/L):

670

 

Sostanze disciolte in 1 L d’acqua (mg/L):

Magnesio (Mg2+): 105
Bicarbonati (HCO3-): 555
Silice (SiO2): 30
Sodio (NA+): 48
Potassio (K+): 6.9
Calcio (Ca2+): 28
Solfati(SO42-): 142
Cloruri (Cl-): 21.4
Nitrati (NO3-): 0.5
Fluoruri (F-): 0.3

Pavia, 12 Gennaio 2018

FONTE GAUDENZIANA

L’acqua minerale naturale della Sorgente Gaudenziana è microbiologicamente pura.
Aut.Min. della Sanità nro. 1324 del 14.10.1972.
Mantiene inalterate anche in bottiglia le proprie caratteristiche. Un consumo quotidiano anche lontano dal soggiorno termale può essere considerato un intervento preventivo.

Fonte Gaudenziana in dettaglio…

L’acqua Gaudenziana nasce nell’alta Valle di Bognanco, a 1200 metri sul livello del mare. La sorgente è quella scoperta più di recente e le sue acque sono imbottigliate solo dalla seconda metà degli anni ’70 del secolo scorso.

L’acqua della fonte Gaudenziana non necessita di alcun tipo di filtraggio e in bottiglia, mantiene inalterate nel tempo le proprie caratteristiche. Gaudenziana, al gusto si presenta leggera e delicata. La poca sapidità permette abbinamenti con i dolci e con pietanze delicate, come antipasti di pesce o di verdure.
La temperatura ideale di servizio è intorno ai 12 gradi Celsius.

L’acqua oligominerale Gaudenziana, leggerissima e povera di sodio (1.2 mg/L) trova indicazioni nella cura delle affezioni renali e delle vie urinarie. Una sua prolungata somministrazione può prevenire la calcolosi renale.

Analisi chimica:

Dipartimento di Chimica Generale Università di Pavia

Gas disciolti:

Anidride carbonica libera alla sorgente CO2 (mg/L):  1

Determinazioni chimico-fisiche:

Temperatura alla sorgente (°C):

8.6

pH alla sorgente a 20 °C:

8.0

Conducibilità elettrica a 20 °C (S/cm):

139

Residuo fisso a 180 °C (mg/L):

99

 

Sostanze disciolte in 1 L d’acqua (mg/L):

Magnesio (Mg2+): 2.4
Bicarbonati (HCO3-): 2058
Silice (SiO2): 8.1
Sodio (NA+): 1.5
Potassio (K+): 1.6
Calcio (Ca2+): 26.7
Solfati(SO42-): 13
Cloruri (Cl-): 0.5
Nitrati (NO3-): 4
Fluoruri (F-): 0.1

Pavia, 12 Gennaio 2018

La Storia

Si narra che la scopritrice delle acque minerali della Val Bognanco, nel 1863, bevendo da una sorgente (dal nome San Lorenzo), scambiò l’acqua per acquavite tanto era il suo pizzicore. Don Tichelli, il cappellano locale, dopo aver fatto analizzare l’acqua ed averne scoperto le proprietà terapeutiche, comprò il campo e la fonte, iniziando lo sfruttamento delle fonte e la commercializzazione dell’acqua sotto il nome di “Acqua Gazosa di Bognanco”.

A partire dagli inizi del ‘900 la società Tichelli & C. Trasformatasi in “Società Anonima per Azioni Acque e Terme di Bognanco”, ebbe un lungo periodo di auge con la costituzione di un importante complesso termale, la costruzione di diversi alberghi e la diffusione internazionale dell’acqua. Bognanco si trasformò così in un rinomato centro termale e di villeggiatura. La sua acqua fu la prima ad essere imbottigliata con procedimento completamente automatizzato nel 1929.

ACQUE MINERALI

Numero verde (solo per l’Italia):
800.12.64.53

Numero di telefono:
(+39) 0324 234109

e-mail:
info@bognanco.it

Da lunedì a venerdì:
dalle 8:00 alle 12:00 e
dalle 13:00 alle 17:00

TERME DI BOGNANCO - ÒNIRO

Numero di telefono:
(+39) 0324 234137

Numero cellulare:
(+39) 334 392 7668

e-mail:
terme@bognanco.it

Dalle 10:00 alle 18:00
CHIUSO AL MARTEDì